Quando ho letto per la prima volta la breve descrizione su Steam,  che Don’t Make Love sarebbe stato speciale e che avrei dovuto provare la sua… specialità per me stessa. Immaginatevi di vestire i panni di una mantide religiosa, maschio o femmina; il vostro obiettivo sarà quello di portare la vostra relazione al livello successivo.

Si,  ragazzi e ragazze; con “livello successivo” mi riferisco a una conversazione tra due mantidi religiose circa un rapporto sessuale. Un piccolo aneddoto sulla vita sessuale delle mantidi religiose è che è in effetti piuttosto morbosa. La femmina morde aggressivamente la testa del maschio durante l’accoppiamento, poi ne divora il corpo come nutrimento. Ah, il cerchio della vita!

don't make love

È Una Mangia-Uomini!

Sviluppato da Maggese, Don’t Make Love ha un concetto di simulazione intrigante e al contempo comico, a dir poco. Ho iniziato la mia avventura scegliendo di reagire come una femmina di mantide religiosa. Pochi momenti dopo ero davanti alla mia macho-mantide (lo chiameremo Harold) in un tranquillo appezzamento di quella che immagino fosse erba, i suoi grossi occhi da mantide erano fissi nei miei. All’inizio, la confusione l’ha fatta da padrona. Rappresentate al fondo dello schermo c’erano alcune reazioni tra le quali avrei potuto scegliere. Se mi avesse chiamata “bellissima”, un bacio sarebbe stata la risposta perfetta; al contrario, una mia smorfia avrebbe significato disgusto per qualcosa da lui detto.

Dopo un lasso di tempo piuttosto imbarazzante, ho notato la possibilità di scrivere tutto ciò che il mio piccolo cuore di mantide avrebbe desiderato. Man mano che la musica romantica intensificava l’atmosfera, ho iniziato a comunicare col mio molto emotivo ragazzo-insetto. I “Ti amo” e “Stiamo insieme per sempre” hanno iniziato ad affollare lo schermo. Il dialogo si è fatto sempre più smielato, finché non ho finalmente raggiunto il massimo livello di smielatezza e ho scritto sulla mia tastiera “HAROLD, SMETTILA!”

Evidentemente, Don’t Make Love riconosce quando si sta usando il caps lock e immagina che si stia urlando al proprio partner. Harold non apprezza molto le urla. Ops. Ovviamente, ho continuato a inserire risposte in caps, curiosa di scoprire cosa sarebbe successo a causa del mio potente urlo insettoso. Solo qualche momento dopo, la mia relazione con Harold era finita. Ouch.Don't Make Love 2

Insetto Grande Mangia Insetto Piccolo

Fortunatamente, l’opzione di ricominciare il mio tête a tête con Harold si è materializzata davanti ai miei occhi offuscati. Una volta che ho ripulito le lacrime del mio cuore spezzato, mi sono spinta a guardare oltre al dialogo smielato e a convincere Harold a darci dentro. È fattibile, ragazzi. L’esemplare maschile metterà letteralmente la sua vita nelle vostre piccole mani di mantide, ma solo se gli direte ciò che vuole sentire.

È molto più difficile di ciò che si può immaginare. Se le risposte che scrivevo al mio amoruccio variavano troppo tra Si e No o qualsiasi altra parola monosillabica, lui sarebbe diventato estremamente seccato dal fatto che non stessimo prestando la dovuta attenzione alla conversazione. Fortunatamente, tornare indietro da eventuali errori non è troppo difficile. Un “Ti amo” o un “Sei bellissimo” fa molta strada, signori e signore.

Terminare la mia relazione con la mantide non appena la discussione era incominciata, comunque, si è rivelato piuttosto soddisfacente. Costringere Harold a mollarmi di certo è rimasta l’esperienza più appagante. Rispondere con humor e cattiveria ha certamente abbellito un sacco il gameplay di Don’t Make Love, ed è sfociato in una strana combinazione di gridolini e risate tra me e me. Dov’è il divertimento nel fare sempre i piccioncini, comunque?

Don't Make Love 3

L’Amore Fa Male

Vestire i panni di una mantide religiosa maschio è più o meno la stessa cosa. La principale differenza consiste nel dire paroline dolci alla femmina (che chiameremo Brenda) per convincerla a prendere parte alla copulazione. Sostanzialmente, il mio obiettivo è di trovare il giusto modo per persuadere Brenda a staccarmi la testa a morsi. La complessità del ruolo dell’uomo è piuttosto strana, nel più divertente dei modi. Non appena accennavo a Brenda che avrebbe potuto porre fine alla mia vita all’istante, lei si metteva sulla difensiva. Fortunatamente, mi è stata concessa l’opportunità di morire per amore. Molto dolce amaro.

Tra tutti i giochi che ho provato negli ultimi anni, Don’t Make Love mi ha certamente spinta a fare più partite. Non è di certo un’esperienza per tutti, ma per coloro che hanno uno strano senso dello humour. L’alto tasso di risposte pertinenti datemi persino ai più strani commenti da me fatti è stato impressionante. Una conversazione tra i due insetti può durare dai venti secondi ai venti minuti, a seconda della determinazione a portarsi a letto il compagno. Nonostante il gameplay non sia lungo, è una svolta piuttosto eccentrica rispetto ai giochi che solitamente mi vengono presentati.

Alla fine, Don’t Make Love dimostra che l’amore è di certo complicato per tutte le specie.

Questo articolo -originariamente pubblicato sul nostro sito da Amanda Bower- è stato tradotto in Italiano da Elisa Napolitano. 

L’intero gioco è disponibile solo in Inglese, pertanto consente interazioni solo in questa lingua.