C’è sempre una buona dose di scetticismo ad accompagnare tutto ciò che è offerto gratuitamente sotto il capitalismo. “Cosa ne ricaverai? Dov’è l’inganno? Perché non venderlo?” sono le domande più comuni in questi casi.

Nel riepilogo dei giochi indie gratuiti di questo mese, abbiamo deciso d’ includere un po’ di tutto. Alcuni di questi progetti non sono mai stati concepiti come commerciali, o semplicemente non avrebbero funzionato come un tentativo commerciale. Altri sono specificamente pensati per dare visibilità a ciò su cui sta lavorando il team di sviluppo.

Qualunque sia la loro ragion d’ essere, ecco quattro giochi indie gratuiti che dovreste sicuramente provare!

Aye Fair Lady

Aye Fair Lady Screenshot

Steggy ha un problema. Per questa espansione / spin-off di Yorkshire Gubbins, siamo al Singing Day nella contea di God’s Own. Il problema che ha Steggy è che odia cantare. Arruolando l’aiuto della sua amica Bertrella, quindi, decide di rovinare il divertimento di tutti gli altri. Se vi piace l’umorismo insolito e rieccheggiante dell’era di Monkey Island, allora Aye Fair Lady potrebbe fare per voi.

Creato come parte di Adventure Jam, questo gioco vi lascerà esplorare liberamente una piccola città. C’è solo una quest da completare, ma nel farlo incontrerete una serie di personaggi colorati che hanno tutti il vizio di iniziare a cantare all’improvviso. La sviluppatrice Charlotte Gore ha fatto un ottimo lavoro di scrittura ed il gioco mi ha messo il sorriso sulle labbra per tutto il tempo. Le canzoni e il doppiaggio sono ben al di sopra di quello che normalmente ci si aspetterebbe da una jam e tutto si fonde perfettamente!

Aye Fair Lady può essere scaricato gratuitamente da Gamejolt.

Hellbound: Survival Mode

Hellbound screenshot

Presentato come una versione moderna di Doom e altri titoli simili, Hellbound non delude le nostre aspettative.

È ridicolo; è cruento; è maniacale; è incredibilmente divertente! In questa brutale corsa adrenalinica, potremo far esplodere fino a 10 ondate di demoni. Sinceramente non sono mai stato particolarmente attratto per questo genere, non avendo mai completato un episodio di Doom, Gears of War o Duke Nukem, ma Hellbound è comunque riuscito ad affascinarmi. I controlli sono veramente fluidi ed è stato super -facile iniziare una partita ed appassionarmi.

La modalità orda di Hellbound è stata rilasciata gratuitamente come stunt promozionale per il Kickstarter attraverso il quale gli sviluppatori vorrebbero finanziare l’intero progetto. Questa modalità rimarrà sempre disponibile gratuitamente, ma gli sviluppatori sperano di potervi aggiungere una campagna per giocatore singolo ed una serie di sfide multiplayer. Al momento, il team è a 15,000 Dollari dal loro obiettivo.

Hellbound: Survival Mode è scaricabile gratuitamente via Steam.

Ctrl CV

Ctrl CV Screenshot

Ribaltando il clichè videoludico del “prescelto”, Ctrl CV vi offre uno schermo pieno di copie identiche di voi stessi. Avanzerete attraverso i vari puzzle che caratterizzano questo gioco tenendo d’occhio chi tra le centinaia di figuri sia davvero il protagonista. Ciò che manca a livello di dettagli è sicuramente presente per quanto riguarda frustrazione e divertimento.

Originariamente sviluppato nel 2011 dallo sviluppatore sudcoreano ZPink, Ctrl CV è stato rilasciato su Steam come donationware dall’editore Psychoflux. A prima vista sembra essere un prodotto semplice, ma a quanto pare ha 5 finali diversi a seconda delle volte in cui il protagonista ci rimetterà la pelle. I primi livelli sono facili ma, credetemi, ciò non durerà a lungo.

Ctrl CV è disponibile per il download gratuito via Steam o Gamejolt.

Mini-Dead

Mini-dead screenshot

Mini-Dead è una versione ridotta del fratello maggiore Dead, un boss-fighting game descritto come esperienza difficile ma giusta.

Il gioco originale è un twin-stick bullet-hell con 10 boss colorati, mentre questa versione tralascia molto pur riuscendo ad offrirci una sfida interessante. Lo schema di controllo per Mini-Dead, ad esempio,  è qualcosa che non avevo mai visto prima. Ci sposteremo sul piano 2D con il mouse, ma dovremo clickare e trascinare per creare un laser che danneggi i boss nemici. Lasciando andare il pulsante, infine, verremo teletrasportati fino alla fine del laser. È un sistema semplice e intuitivo, ma avrete bisogno di qualche minuto per abituarvici.

Ci sono 4 boss da sconfiggere, tutti con stili artistici che ricordano un po ‘Binding of Isaac. Ognuno dei nostri nemici ha una serie unica di attacchi e richiederà un buon numero di tentativi prima di mangiare la polvere. Mini-Dead è un gioco difficile, ma raramente vi sentirete frustrati davanti al fallimento. Al contrario, vorrete tornare indietro e riprovarci fino a quando non li avrete ammazzati tutti.

Mini-Dead può essere scaricato gratuitamente tramite Steam.

Articolo Originale (In Inglese): Ron Morrow