Abbiamo ricevuto Cipolla, volume interamente scritto e disegnato da Luigi Filippelli, edito dalla casa indipendente McGuffin Comics. Una coproduzione finanziata grazie, tra i molti, a RATATÀ  e il centro del fumetto Andrea Pazienza.

Un breve ma intenso volume che raccoglie grazie all’unione di molti stili la poetica nascita – e forse la fine? Di una storia d’amore.

Cipolla

Cipolla McGuffin

Come avrebbe detto Shrek, orchi e cipolle hanno gli strati… forse anche noi siamo un po’ orchi, in fondo in fondo.

Che Luigi Filippelli abbia voluto, nel suo volume, dirci proprio questo, non ci è dato saperlo. Si ha però la sensazione di scavare sempre più a fondo nella relazione della coppia, dissezionata strato per strato attraverso rapidi e fugaci memorie e pensieri.

Cipolla è un fumetto che vola via in un sospiro, ma merita molte riletture per essere colto appieno in ogni sfumatura.

Ci ricordano anche che le cipolle fanno piangere, così come lo fanno alcuni pensieri, che sorgono talvolta quando meno ce lo aspettiamo.

I Molti Stili di Cipolla

Ogni capitolo ha uno stile diverso, ed è stato realizzato con una tecnica particolare. Abbiamo l’incisione, il digitale, il pastello e le matite.

Anche se non sempre tali tecniche sembrano essere state utilizzate al meglio (alcune tavole hanno tratti molto infantili, altre sono confusionarie), l’autore punta a emozionare il lettore anche tramite a disegni che potrebbero parci approssimati.

Così due disegni a matita accompagnati a una scrittura incerta evocano speranze flebili, quasi bambinesche; tratti distinti in digitale ricordi nitidi; cupi segni bianchi o gialli su sfondo nero sensazioni non sempre felici.

Cipolla è un volume che non può essere apprezzato da tutti, e questo è probabilmente il suo più grande difetto. Presentandosi come un lavoro molto concettuale, è caratterizzato da quell’esclusività tipica delle autoproduzioni d’autore; siamo però convinti che ciò non impedirà a questo volume di trovare il suo pubblico nella folta schiera di appassionati del genere.

Se dunque le nostre parole vi hanno interessato, non esitate a sfogliare questo fumetto, e a supportare una preziosa e unica casa editrice.