Comics

Recensione Fred Il Reporter – Cronache Di Un Cane Giornalista

fred il cane reporter featured image

Se alcuni fumetti di nicchia arrivano nelle mie mani è grazie a mio fratello.
Questa piccola perla, Fred il reporter, dovrebbe essere presente in tutte le scuole, e tra poco vi spiegherò il perché. 

Neanche a dirlo, quello di oggi è un lavoro totalmente italiano, edito da Milena Edizioni; casa che da sempre si è impegnare per dare visibilità ai nuovi talenti e a tutti gli emergenti della scena indipendente.

I Creatori

Elena Auricchio, insegnante di francese, ama sperimentare nuove forme di interazione che vadano al di là dei confini dell’aula e nuovi linguaggi tra i quali il fumetto. Dall’incontro con Francesco nasce una proficua collaborazione e nel 2015 i due vincono il concorso Don’t kick me out grazie a “La Linea Tonda” e “I Racconti Del Lago”.

Francesco Lopez Visicchio , grafico, illustratore e fumettista, da 15 anni lavora da free-lance per grandi nomi come Fabbri Editore, Mondadori, DeAgostini, Medusa Editrice ecc.
Nel 2010 a Bologna fonda il “Expris Comics” e, sempre in questi anni, inizia la sua collaborazione con Elena per albi illustrati, libri tattili e manuali scolastici illustrati per le scuole medie e superiori.

Il Fumetto

Dopo avervi dato un’idea generale delle mani dietro a questo lavoro, è ora di buttarsi a capofitto tra le pagine che lo compongono. Fred  è un cane meticcio di sette anni, appassionato per la carta stampata, ma non solo. Il protagonista è anche un reporter a caccia di notizie e scoop su temi sociali, accompagnato sempre dal suo padroncino Frenki.

Da queste due righe, la trama potrebbe sembrare spoglia. In realtà, l’intera opera è ricchissima di significato: troviamo principalmente temi sociali, affrontati con una leggiadria tale da colpire nel segno e rimanere impressi nella mente del lettore senza annoiarlo.

Il primo volume, disponibile su Amazon da Marzo, è incentrato sul tema dell’emergenza abitativa in Italia. Argomento indubbiamente tosto, ma raccontato in maniera semplice e diretta.  Verso le ultime pagine, quasi ad assolvere un dovere informativo, il libro offre un approfondimento inclusivo di dati, situazioni reali e molto altro che spero vogliate scoprire da soli.

Anche la grafica ha saputo colpirmi positivamente. Disegni semplici con  delle sfumature che  danno un tocco molto serio ad ogni tavola.

Le scene sono totalmente in bianco e nero, mentre l’unico colore presente per sfondi e piccoli particolari è un particolare verde salvia, che non sforza l’occhio ed è poco invasivo.

Credo che questa scelta artistica sia stata saggia e ben pensata, in quanto l’esclusività del bianco e nero tende a stancare, sul lungo raggio. È un po’ come ciò che si può notare anche in alcuni manga che presentano pagine di un color grigio leggero,  non infastidisce, e non stanca l’occhio durante la lettura.

Concludendo

Quando ho detto che bisognerebbe portare Fred il Reporter  nelle scuole, era proprio per le sue qualità. Il fumetto di oggi arriva dritto al punto, è semplice, bello da vedere e da al lettore informazioni reali su quello che accade.

Negli ultimi anni, molti artisti hanno deciso di prendere in esame argomenti di tema sociale e d’attualità ma pochi sono riusciti ad affrontarli e rederli chiari con una semplicità tale da far arrivare il messaggio a tutti: sia grandi che più giovani.

Voglio chiudere con un consiglio: supportate sempre i progetti innovativi, sperimentate cose nuove e troverete piccole perle come questa.

1 Comment

  1. Elena Auricchio

    Grazie! Bellissima la tua analisi! Mi ha emozionato il fatto che tu abbia colto proprio lo spirito che ci spinge a lavorare… la speranza che in modo apparentemente leggero si possa riflettere su temi molto delicati! Grazie per la tua attenzione e sensibilità! Al prossimo numero!!!!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.



Theme by Anders Norén